Software per bloccare i siti porno: un aiuto decisivo per i controlli parentali

Il filtro DNS contenuti Internet per i siti pornografici

La pandemia ha comportato un maggiore utilizzo delle risorse online da parte di utenti in tutte le fasce di età, e soprattutto da parte di bambini e adolescenti, spesso inconsapevoli dei pericoli del web. In questo articolo spieghiamo come FlashStart sia uno strumento efficace per i controlli parentali e di safedns.

1. Screen time: il tempo passato davanti a schermi connessi a Internet registra un costante aumento

Lo screen time, dunque il tempo passato di fronte allo schermo di un dispositivo in grado di connettersi ad Internet, è aumentato vertiginosamente durante gli ultimi anni. Lo confermano varie statistiche, sottolineando come questo sia il caso soprattutto per bambini e adolescenti.

Secondo Elite Content Marketer, una piattaforma che propone revisioni di software e strumenti formativi, il 44% dei bimbi tra i cinque e i dieci anni ha iniziato a trascorrere più di quattro ore al giorno sui dispositivi elettronici durante la pandemia, un dato in forte crescita se paragonato alla cifra pre-pandemia che si attestava intorno al 21%.

Per quanto riguarda gli adolescenti, invece, USA Today riporta che durante la pandemia il tempo medio passato di fronte ad uno schermo è raddoppiato, raggiungendo quasi le otto ore giornaliere, ed escludendo dal calcolo le ore passate connessi per la didattica a distanza, resa necessaria dalla situazione epidemiologica.

Infine, l’NCBI – il Centro Nazionale statunitense per l’Informazione sulle Biotecnologie – ha condotto uno studio per fasce di popolazione concludendo che anche nel caso degli adulti la pandemia ha portato ad un aumento dello screen time, calcolato in una media di un 40% in più rispetto alla fase pre-pandemia. E’ anche aumentato il numero dei dispositivi da cui gli adulti tendono a connettersi, arrivando a due o più.


>> FlashStart è il software per bloccare i siti porno che protegge da una vasta gamma di minacce → Inizia ora la tua prova gratuita


2. Maggiore screen time, maggiori pericoli

L’utilizzo più estensivo di dispositivi connessi alla rete comporta un maggior numero di pericoli legati alle minacce informatiche. Questo è specialmente vero per i primi gruppi di utenti citati sopra, quindi bambini e adolescenti, i quali sono spesso inconsapevoli dei rischi del web e che, vista la loro età e minor esperienza, cadono più facilmente nelle trappole preparate dagli hacker.

2.1 Esposizione a contenuti pericolosi

Gli utenti della rete più inesperti sono diventati un vero e proprio target per gli hacker in quanto, tramite loro, gli attaccanti possono accedere a reti più grandi e sferrare attacchi con conseguenze più pericolose. Per saperne di più sugli attacchi dedicati leggi questo articolo.

Spesso, infatti, i giovani utenti di Internet si connettono al web dalla rete domestica, la stessa utilizzata dai genitori per accedere alla rete aziendale e poter così lavorare da remoto. Nel caso dei genitori, la connessione all’ambiente lavorativo può avvenire tramite una VPN, quindi una rete privata virtuale, o accedendo direttamente a banche dati e documenti disponibili online.

In questi casi, l’hacker può preparare attacchi di phishing dedicati, che mirano ad attirare l’attenzione degli utenti più giovani in modo da farli cliccare su link sospetti che dovrebbero redirezionarli verso siti all’apparenza di loro interesse ma che in realtà scatenano una serie di meccanismi volti a far accedere il criminale alla rete domestica e, da qui, tramite i servizi di VPN o tramite il login dei genitori, entrare all’interno della rete aziendale e sferrare attacchi con conseguenze più gravi, onerose ed estese.


>> FlashStart è il filtro DNS che ti protegge contro malware e contenuti indesiderati → Richiedi un’offerta


2.2 Esposizione a contenuti indesiderati

Ma gli attacchi informatici non sono l’unica minaccia da temere quando si da un dispositivo ad un utente inesperto. Sono anche i contenuti indesiderati che, soprattutto nel caso dei giovani utenti, possono avere effetti indesiderati e inaspettati, anche gravi.

Ma cosa si intende con “contenuti indesiderati”? L’espressione indica tutti quei contenuti che, per via della loro natura, possono risultare sgradevoli, offensivi o scioccanti. Si tratta quindi di contenuti inappropriati per il pubblico che ci entra in contatto e includono, ma non si limitano a, siti porno, che riportano immagini e contenuti violenti, che incitano all’uso di droghe e armi o al gioco d’azzardo online.

2.3 Nello specifico: esposizione a contenuti pornografici

Come abbiamo riportato in un nostro articolo dedicato, ricerche condotte in Australia nel 2020 hanno dimostrato che il 57% dei giovani australiani nella fascia di età 12-17 è stato esposto a immagini violente scioccanti, il 33% ha visto immagini o video che promuovono il terrorismo e, da quanto risulta da uno studio dell’Australian Institute of Family Studies, quasi la metà dei bambini e ragazzi tra i 9 e i 16 anni è regolarmente esposta a immagini pornografiche.

Vari sono gli studi che si focalizzano sugli effetti a livello psicologico di questa continua e comune esposizione a immagini pornografiche sulle giovani menti di bambini e adolescenti. I risultati utilizzano termini come “traumatizzante” e “distorsione della realtà”. E’ quindi fondamentale per i genitori utilizzare strumenti che blocchino l’accesso a questo tipo di contenuti, garantendo uno sviluppo più sereno della psicologia dei loro figli.


>> FlashStart è il software per bloccare i siti porno che blocca l’accesso di bambini e adolescenti a contenuti traumatizzanti → Inizia ora la tua prova gratuita


3. Gli strumenti per i controlli parentali e di safedns

Quanto esposto sopra evidenzia la necessità sempre più stringente di utilizzare sistemi e software per bloccare i siti porno e gli altri contenuti indesiderati che agiscano costantemente per evitare che bambini e adolescenti entrino in contatto con immagini, video e contenuti non adatti alla loro età e alla loro fase di sviluppo psicologico.

Esistono strumenti dedicati per i controlli parentali, strumenti che quindi si occupano specificatamente di bloccare contenuti giudicati inadatti per le menti più giovani. Alcuni di questi strumenti sono proposti come funzionalità attivabili nei motori di ricerca e nelle piattaforme dedicate allo streaming di contenuti video e audio. Ne sono un esempio la funzionalità SafeSearch di Google e la Modalità Ristretta di YouTube.

I controlli parentali possono poi essere proposti anche dal sistema operativo utilizzato su un determinato dispositivo, anche se si preferisce rivolgersi ai veri esperti del settore, dunque ad aziende che hanno sviluppato sistemi mirati per bloccare la presentazione dei contenuti indesiderati. Si parla in questo caso di strumenti per i controlli parentali e di safedns.


>> FlashStart: il filtro per i siti pronografici che vieta l’esposizione di bambini e adolescenti a contenuti inadatti → Inizia ora la tua prova gratuita


3.1 Controlli parentali e di safedns: i top 3

SafeWise, un sito che si occupa di recensire prodotti per la sicurezza negli ambiti più disparati, ha recentemente (il 25 ottobre) pubblicato la classifica 2022 delle app di controlli parentali più valide. La top 3 include:

» Bark: si conferma la app preferita per i controlli parentali, ritenuta molto semplice da configurare e utilizzare. Questa app raggiunge i maggiori punteggi in termini di monitoraggio non solo dei social media ma anche delle mail e di tutti gli altri sistemi di messaggistica istantanea.

» MMGuardian: permette di leggere tutti i messaggi inviati e ricevuti e controllare tutte le chiamate in ingresso e in uscita dal telefono dei propri figli. Questa app inoltre richiede l’ok dei genitori per effettuare il download di nuove applicazioni.

» Qustodio: considerata molto buona in termini di location tracking, quindi per sapere dove si trova il dispositivo dato in uso ai propri figli con l’augurio che, considerato quanto attaccati sono i giovani alla tecnologia, anche i figli si trovino lì!


>> FlashStart è Multi-tenant e di immediata installazione → Provalo ora


4. FlashStart: una soluzione completa per la sicurezza di bambini e adolescenti online

Gli strumenti per i controlli parentali soddisfano solo una parte dei bisogni legati alla sicurezza informatica. Dato però il bisogno di includere un blocco su tutti i contenuti indesiderati, soprattutto un filtro per i siti pronografici, nonché un blocco su tutti i contenuti malevoli e pericolosi, FlashStart ha sviluppato un filtro contenuti basato sul DNS che rappresenta una soluzione completa in quanto blocca:

» Contenuti pericolosi: FlashStart è il filtro web DNS contro malware, tentativi di phishing, botnet e attacchi informatici di vario tipo, perpetrati attraverso il web. Il filtro contenuti FlashStart agisce a livello di DNS vietando l’accesso a tutti i siti ritenuti pericolosi.

» Contenuti indesiderati: FlashStart è il software per bloccare i siti porno, ma non solo. L’amministratore di rete può infatti decidere di bloccare una vasta gamma di siti suddivisi in categorie e inseriti in blacklist in modo da assicurare una protezione più capillare dell’esperienza di navigazione.

» Contenuti che distraggono: FlashStart può bloccare l’accesso a tutti i contenuti che creano distrazione. Questi includono, come nel caso dei software per i controlli parentali, i social network e le applicazioni di messaggistica, ma anche le piattaforme per lo streaming di video e musica, mantenendo alto il livello di concentrazione dei giovani utenti e evitando perdite di efficienza.

Infine, FlashStart è ideale per tutta la famiglia e per le scuole perché la protezione può essere gestita in modo granulare, assegnando profili di rischio diversi, e quindi restrizioni diverse, a diversi gruppi di utenti.


>> Per saperne di più, contattaci. Siamo disponibili 24/7 e rispondiamo alle tue domande in italiano, inglese e spagnolo.


Su qualunque Router e Firewall puoi attivare la protezione FlashStart® Cloud per mettere in sicurezza i device desktop e mobile e i dispositivi IoT sulle reti locali.

Articoli correlati