Ottimizza le prestazioni con i filtri WiFi

Proteggi la tua navigazione in internet filtrando il traffico sulle reti Wi-Fi

1. Introduzione

I filtri WiFi sono tecniche utilizzate per migliorare la qualità del segnale wireless su una rete e gestire il traffico in maniera più efficace.  Questi filtri sono in grado di limitare l’accesso alla rete ai client con un segnale scarso.

La maggior parte dei produttori implementa analizzatori di spettro per vedere il tipo di interferenza nelle diverse aree. Questi segnali possono provenire da altri dispositivi elettronici, come telefoni cellulari, radio e TV, o da altre reti WiFi vicine.

Migliorando la qualità del segnale WiFi, si migliorano notevolmente le prestazioni di una rete wireless. Ciò può essere particolarmente utile in ambienti in cui sono presenti molte reti WiFi nelle vicinanze, come i condomini o le aree urbane densamente popolate.  Oltre a migliorare la qualità del segnale, i filtri WiFi possono anche contribuire a migliorare la sicurezza di una rete wireless.


>> FlashStart è il filtro Internet DNS che garantisce la sicurezza dei tuoi dispositivi ovunque essi siano → Attiva subito una prova gratuita


2. Filtraggio degli indirizzi MAC

Il filtraggio degli indirizzi MAC è una tecnica di sicurezza utilizzata per controllare l’accesso alla rete di un computer. Questa tecnica si basa sull’identificazione univoca di ogni dispositivo connesso alla rete, nota come indirizzo MAC.  È una tecnica che molti APS hanno integrato nei loro filtri wifi.

L’indirizzo MAC è un identificatore unico che viene assegnato a ogni dispositivo di rete durante la sua produzione. Questo indirizzo è composto da sei coppie di caratteri esadecimali separati da due punti e viene utilizzato per identificare in modo univoco un dispositivo in rete.  Per analogia, l’indirizzo MAC è come il documento di identità di una persona, come la sua carta d’identità o il suo passaporto: ce ne può essere solo uno e non può essere duplicato.

I filtri Wifi, in particolare il filtraggio degli indirizzi MAC, consentono solo ai dispositivi autorizzati di connettersi alla rete. Ciò avviene configurando il router o lo switch di rete in modo da consentire l’accesso solo ai dispositivi i cui indirizzi MAC sono registrati in una whitelist. In questo modo, qualsiasi dispositivo che tenti di connettersi alla rete e non sia presente nella whitelist viene bloccato.

Questo metodo di sicurezza può essere molto efficace per proteggere una rete da accessi non autorizzati, ma presenta anche alcuni limiti. In primo luogo, è importante notare che l’indirizzo MAC non è un identificatore infallibile, in quanto può essere falsificato. Pertanto, un utente malintenzionato potrebbe utilizzare un indirizzo MAC falsificato per accedere alla rete.

Inoltre, il filtraggio degli indirizzi MAC può essere difficile da gestire in reti di grandi dimensioni o in continua evoluzione. Se alla rete si aggiungono frequentemente nuovi dispositivi, è necessario aggiornare costantemente la whitelist per consentire l’accesso. Questo può essere un processo noioso e soggetto a errori quando si applicano questi tipi di filtri wifi alla rete.

 Esistono altre tecniche, come ARP, per migliorare la sicurezza della rete, o l’implementazione di protocolli come 802.1X.


>> L’Intelligenza Artificiale di FlashStart ti garantisce una protezione della navigazione costantemente aggiornata → Attiva subito una prova gratuita


3. Filtraggio in base al tipo di traffico

Una delle maggiori sfide che le aziende devono affrontare oggi è la gestione efficiente del traffico di rete. La quantità di dati trasmessi sulle reti aziendali è aumentata in modo esponenziale negli ultimi anni, il che ha portato alla necessità di implementare soluzioni di filtraggio del traffico nei router e nei punti di accesso e di gestire i filtri wifi in modo più originale.

Il filtraggio del traffico è una tecnica che consente alle aziende di controllare il flusso di dati trasmessi attraverso la rete. Ciò si ottiene configurando regole che specificano quale tipo di traffico deve essere consentito e quale bloccato. In questo modo, le aziende possono garantire che la loro rete sia protetta dalle minacce esterne e che la larghezza di banda sia disponibile per le applicazioni e i servizi critici.

I router e gli access point sono i dispositivi chiave della rete che consentono il filtraggio del traffico. I router sono dispositivi utilizzati per collegare le reti e inviare dati tra di esse. I punti di accesso, invece, sono dispositivi che consentono ai dispositivi mobili di connettersi alla rete wireless. Entrambi i dispositivi hanno la capacità di filtrare il traffico di rete.  Si tratta di una tecnica ampiamente utilizzata nel filtraggio Wifi.

Esistono diverse tecniche di filtraggio del traffico wifi che possono essere implementate nei router e negli access point. La tecnica più comune è il filtraggio per indirizzo IP. Questo comporta la creazione di una lista bianca o nera di indirizzi IP consentiti o bloccati sulla rete. Un’altra tecnica è il filtraggio per protocollo, che consente alle aziende di controllare l’uso di protocolli specifici nella rete.

Oltre al filtraggio per indirizzo IP e protocollo, esistono anche tecniche più avanzate, come il filtraggio per contenuto. Questa tecnica prevede l’analisi del contenuto del traffico per determinare se è sicuro o meno, nota anche come DPI. Il DPI è in grado di identificare gli attacchi alla rete analizzando in profondità il pacchetto IP.  Non tutti i modelli di router includono questo tipo di traffico.  Gli Aps e i router Ubiquiti includono la funzione DPI.

Tuttavia, Mikrotik non dispone di DPI, ma di altre tecniche di identificazione come TLS-HOST. Indipendentemente dal router in uso, Flashstart vi aiuterà a risolvere il problema, senza modificare la vostra infrastruttura o pagare costose licenze.  In questo articolo vi spiegheremo meglio come implementare la nostra soluzione.

4. Filtraggio della potenza del segnale nei router wifi.

Al giorno d’oggi, la connessione a Internet è diventata una necessità fondamentale per la maggior parte delle persone. Pertanto, è importante avere un buon segnale wifi a casa o sul posto di lavoro. Tuttavia, a volte questo segnale può essere influenzato da diversi fattori esterni, come la distanza, l’interferenza di altri dispositivi e altri ancora.

Una soluzione per migliorare la qualità del segnale wifi è il filtraggio in base alla potenza del segnale nei router. Questo processo consiste nel limitare i client alla nostra rete per migliorare l’efficienza.

Il filtraggio del wifi in base alla potenza del segnale avviene attraverso la configurazione del router. È importante notare che non tutti i router dispongono di questa opzione; la maggior parte dei router aziendali l’hanno senza dubbio integrata, ma nel caso di un router domestico, è necessario controllare nel manuale d’uso.

Il filtro wifi per segnale viene generalmente applicato in base alla potenza del segnale dei client, se un client della nostra rete wireless ha una media di -75, mentre gli altri si aggirano intorno ai valori di -50, non è una configurazione ottimale; in questi casi, è meglio applicare un filtro per non connettere i client con segnale scarso e migliorare la copertura o il design wireless.

Un altro aspetto importante da tenere in considerazione è che il filtro wifi in base alla potenza del segnale non è una soluzione definitiva per migliorare la qualità del segnale wifi. È necessario considerare altri fattori come la posizione del router, la qualità dei dispositivi collegati e il numero di utenti connessi contemporaneamente.

5. Come integrare Flashstart con i filtri Wifi per migliorare la rete.

 Integrare Flashstart nei vostri filtri Wifi può essere un’ottima opzione per migliorare la qualità della vostra rete. Se state cercando una soluzione per ottimizzare le prestazioni della vostra connessione e garantire la sicurezza dei vostri dispositivi, Flashstart vi aiuterà in questo processo.  Flashstart si distingue come una soluzione DNS facile da implementare che non solo protegge la vostra rete da potenziali minacce, ma vi permette anche di verificare quali risorse sono accessibili.

Flashstart è una piattaforma di sicurezza che consente di controllare l’accesso a Internet e di filtrare i contenuti indesiderati. Integrando questo strumento con i vostri filtri Wifi, potrete avere un maggiore controllo sulla navigazione dei vostri dispositivi e proteggerli da potenziali minacce.

Uno dei migliori vantaggi di Flashstart è che non importa quale sia il vostro router, sia esso domestico o aziendale, si adatterà perfettamente.   Con Flashstart è possibile seguire la guida all’implementazione in modo molto semplice.

Una volta installato, dovrete configurare i filtri di sicurezza e impostare le restrizioni che volete applicare alla vostra rete. È possibile bloccare siti web specifici, limitare l’accesso a determinate applicazioni o impostare programmi di navigazione per i dispositivi.

Inoltre, Flashstart consente di monitorare l’attività sulla rete e di ricevere avvisi in caso di rilevamento di comportamenti sospetti. In questo modo, potete essere consapevoli di ciò che accade sulla vostra rete e adottare misure preventive, se necessario.

6. Riassunto

 In breve, i filtri WiFi sono strumenti in grado di migliorare la qualità del segnale wireless su una rete e di gestire il traffico in modo più efficace. Esistono diversi tipi di filtri, come il filtraggio in base all’indirizzo MAC, che consente di connettere alla rete solo i dispositivi autorizzati, il filtraggio in base al tipo di traffico, che consente alle aziende di controllare il flusso di dati trasmessi sulla rete, e il filtraggio in base alla potenza del segnale sui router WiFi, che può migliorare l’efficienza della rete.

Inoltre, ricordate che potete integrare Flashstart con i filtri WiFi per migliorare la qualità e la sicurezza della rete. Questi filtri sono particolarmente utili in ambienti in cui l’accesso a determinati tipi di traffico è importante.

Spero che questo sia stato utile per il vostro blog – ci vediamo nel prossimo post!


È possibile attivare la protezione FlashStart® Cloud su qualsiasi tipo di router e firewall per proteggere i dispositivi desktop e mobili e i dispositivi IoT sulle reti locali.

Tempo di lettura 3 min
Condividi questo articolo:  
For information
click here
For a free trial
click here
For prices
click here
Follow us on
Linkedin | YouTube