Indicazioni: Parental Control AGCOM Italia

Dal 21 Novembre 2023 è in vigore in Italia la Delibera AGCOM sul Parental Control

Dal 21 Novembre 2023 è in vigore in Italia la Delibera 9/23/CONS che impone la preattivazione di un sistema di Parental Control ad uso residenziale.


>> Indicazioni: Parental Control AGCOM Italia


1. Quali Operatori hanno l’obbligo?

La Direttiva 9/23/CONS di AGCOM e le linee guida collegate spiegano in modo chiaro i requisiti minimi ai quali un Operatore ISP deve ottemperare per essere a norma.
Il parental control per gli utenti di tipo privato deve essere:

» totalmente gratuito
» preattivato di default
» disattivabile su richiesta dell’intestatario della linea

Il filtro di tipo “DNS“, menzionato più volte nelle linee guida, è una delle soluzioni più diffuse e semplici da mettere in campo per un ISP.
Nei requisiti minimi, si richiede che vengano bloccate tramite un set di policy preimpostate una serie di categorie di siti contenenti materiale relativo a:

» adulti
» gioco d’azzardo
» armi
» violenza
» odio e discriminazione
» siti che possono danneggiare la salute
» anonymizer/proxy anonimi
» sette

E’ sufficiente, quindi, preimpostare un set di policy in pochissimi click e redirigere il traffico DNS sui server filtrati sicuri di FlashStart.
La redirezione delle richieste DNS, solitamente, è attuabile con un semplice comando su Router centrale dell’operatore ISP.

Questo scenario non richiede, inoltre, alcun intervento sulla rete, sugli apparati lato Cliente e sui dispositivi.
Ci sono pervenute alcune richieste da parte di Operatori ISP circa la possibilità eventuale di lasciare agli utenti la scelta delle categorie di siti da bloccare.

Questo scenario, assolutamente non richiesto dal Legislatore è opzionale. FlashStart lo supporta pienamente grazie alla formula “multi-tenant” (tipica dell’offerta MSP/Reseller).
Tuttavia, in uno scenario ISP questa configurazione è fortemente sconsigliata in quanto presuppone di fornire un IP pubblico ad ogni Cliente ed impostare la configurazione del filtro su ogni Router.

Inoltre, è necessario formare e supportare gli utenti che, essendo di tipo “residenziale”, hanno scarse competenze tecniche.

2. Come adempire alla delibera e utilizzare il Parental Control di FlashStart

2.1 Posso creare profili diversicati?

Si. Tramite il menu a tendina “Profili” è possibile creare diverse combinazioni di server DNS da distribuire. Ad esempio, è possibile:
» creare un DNS (primario e secondario) con Parental Control attivo.
» creare un DNS senza Parental control, per gli utenti che ne fanno richiesta.
» creare un DNS con anche la protezione malware per la rete.
» etc. etc.
Ad ogni profilo DNS corrisponderà una coppia di indirizzi IP.
Il meccanismo dei “Profili” è supportato sia nella versione “Cloud” che nella versione “Cloud + CloudBox on-premis” (per gli ISP con la cache locale attivata).

2.2 E per gli utenti che richiedono la disattivazione del Parental Control?

La Delibera AGCOM prevede che in caso di richiesta da parte dell’intestatario della linea il Parental Control possa essere disattivato.
In questo caso, si assegnerà a quell’utente un profilo DNS senza il Parental control, magari con soltanto la protezione da Malware che è sempre importante da abilitare.
Diversi Operatori ISP hanno integrato la scelta dell’opzione Parental Control direttamente nella loro Area riservata. A fronte della semplice scelta (On e Off), il loro Server Radius assegnerà all’utente la coppia di DNS (primario e secondario) abbinata al profilo di navigazione con o senza Parental Control.
Per maggiori informazioni si consiglia di parlare con il proprio amminstratore/consulente Radius.

2.3 Devo inviare ad AGCOM una comunicazione?

Si, è necessario inviare all’Autorità una PEC a agcom@cert.agcom.it contenente la descrizione tecnica della soluzione implementata, delle categorie attivate e della piattaforma utilizzata.
Per maggiori informazione sulla parte legale, formale e procedurale verso AGCOM è possibile rivolgersi al proprio Consulente oppure avvalersi della consulenza professionale dello Studio Legale Gallotto, nostro Partner esperto (riferimenti: https://studiolegaleallotto.it – 02 98674031).

Ecco il video esplicativo dell’Avvocato Gallotto che ha partecipato attivamente ad un nostro seminario in materia di Delibera AGCOM. In Questa breve ed esaustiva spiegazione tutti gli ISP di Itali potranno ottenere tutte le certezza relative all’uso del Parental Control, come adempire e il motivo essenziale di tale delibera.

2.4 Posso integrare la blacklist CNCPO?

La blacklist della Polizia postale CNCPO (Centro Nazionale per il Contrasto della Pedopornografia su Internet) rappresenta un adempimento in vigore già da diversi anni per gli ISP Italiani.
Tale lista deve essere scaricata periodicamente dall’Operatore ISP mediante il proprio certificato in quanto contiene un elenco di siti altamente proibiti. Non è pertanto presente su FlashStart Cloud.
La blacklist CNCPO può essere facilmente importata nella CloudBox locale con una apposita funzione chiamata “Inserimento Blacklist RPZ personalizzate”. Sarà sufficiente scaricare periodicamente la lista dal server della Polizia postale ed inserirla nella CloudBox (è possibile creare un semplice batch di upload, nel caso).

6. Obblighi per gli ISP e l’esperienza con FlashStart

La delibera AGCOM 9/23/CONS  definisce le linee guida definitive in materia di attuazione, dopo aver mediato le richieste di associazioni e consigli di categoria.
La delibera implica le seguenti conclusioni.

Obblighi per i Provider:

» integrare almeno un sistema di parental control basato su filtro DNS o su altro filtro di rete, oppure su App scaricabile dal consumatore.
» Fornire un’interfaccia semplice e intuitiva ed informazioni chiare per l’attivazione, la disattivazione e la configurazione dell’utente.
» Includere nel prezzo del servizio offerto la funzionalità minima di blocco dei contenuti vietati ai minori, efficace e aggiornato
» Adeguarsi alle disposizioni e comunicare il partner tecnologico entro 9 mesi dalla pubblicazione della delibera (25-10-2023).
» Rimborsare entro 60 giorni le somme addebitate agli utenti in caso di protezione non idonea e violazioni degli obblighi.

Possibilità per i provider:

» Scegliere fra le soluzioni di protezione internet offerte dal mercato, senza vincoli tecnologici o di dimensione, purché sia garantito il controllo minimo dei contenuti vietati per legge.
» Aggiungere eventuali servizi a pagamento nella massima trasparenza dei costi, ad esempio:
» sblocco per un tempo configurabile previa autorizzazione del titolare del contratto
» programmazione per fasce orarie e memorizzazione dei siti visitati
» personalizzazione di contenuti aggiuntivi rispetto a quelli minimi (malware, distrazioni, altri indesiderati).

La soluzione di FlashStart è a vantaggio non solo dei minori ma anche dei loro assistenti e Operatori di rete che ne sono legalmente responsabili.
Il suo filtro DNS con Intelligenza Artificiale previene la navigazione in pagine infette o inappropriate, evitando anche la compromissione degli IP Pubblici e la conseguente lamentela degli utenti per disservizi dovuti alla caduta in blacklist.

Opera con una rete Anycast ultra performante in 155 paesi ed è attualmente certificato come Resolver DNS numero uno al mondo in qualità e fra i primi 5 in velocità e stabilità secondo dnsperf.com.
Il filtro DNS di FlashStart è ottimale per efficacia sempre aggiornata da AI, interfaccia semplice, massima personalizzazione con 200 categorie e molteplici profili di filtraggio, possibilità di aggiungere servizi extra a pagamento, convenienza di prezzo, report in tempo reale e supporto di professionisti in Italiano.


>> FlashStart ti protegge da una vasta gamma di minacce e vieta l’accesso a siti malevoli ? Inizia ora la tua prova gratuita


Una veloce ricerca su Internet ci mostra che oggi possiamo scegliere tra varie soluzioni di filtro DNS .

FlashStart possiede gli indicatori necessari per fornire un accurato filtro DNS :

» Protezione a livello globale grazie ad una forte Rete Anycast distribuita in diversi Paesi del mondo;

» Latenza: oggigiorno la velocità è essenziale. FlashStart garantisce una latenza quasi a zero, e si trova quindi al passo con le altre soluzioni avanzate di filtro DNS disponibili in rete;

» Servizio: blocchi improvvisi, malfunzionamenti, disconnessioni di servizio…sono tutti piccoli problemi che richiedono un servizio veloce e puntuale. FlashStart si interfaccia costantemente con i propri clienti e dispone di un servizio di assistenza attivo 24/7 in italiano, inglese e spagnolo.

In relazione alla delibera in cui l’AGCOM inizia l’iter di consultazioni per l’adozione di linee guida con l’obiettivo di attivare sistemi di protezione dai rischi nel Cyberspazio, FlashStart consiglia a tutti gli ISP/WISP di attivare fin da ora una free trial per i propri utenti, per verificare con strumenti analitici i contenuti pericolosi e le minacce filtrate.


Su qualunque Router e Firewall puoi attivare la protezione FlashStart® Cloud per mettere in sicurezza i device desktop e mobile e i dispositivi IoT sulle reti locali.

Categoria: ISP & WISPs, Webinars
Tempo di lettura 2 min
Condividi questo articolo:  
For information
click here
For a free trial
click here
For prices
click here
Follow us on
Linkedin | YouTube