FlashStart: il filtro web ideale per le piccole aziende

Protezione completa, sempre e ovunque

Secondo una recente ricerca le piccole aziende soffrono il 350% in più di attacchi informatici basati sul social engineering. In questo articolo discutiamo i motivi che rendono le piccole aziende un’attraente opportunità agli occhi degli hacker e vediamo come il filtro web per le piccole aziende di FlashStart aiuta ad affrontare questo problema e garantire la sicurezza della tua rete aziendale.

1. Le piccole aziende sono più a rischio di attacchi informatici rispetto alle organizzazioni più strutturate

A marzo 2022 Forbes ha pubblicato un articolo intitolato “Small Businesses Are More Frequent Targets Of Cyberattacks Than Larger Companies: New Report” (“Le piccole aziende sono target più frequenti per gli attacchi informatici rispetto a quelle più grandi: nuovo report”). Nonostante il titolo non abbia bisogno di grandi spiegazioni, i dati riportati nell’articolo sono al tempo stesso incredibilmente interessanti e preoccupanti.

Il report citato dall’articolo studia milioni di email ricevute da migliaia di aziende durante i dodici mesi a partire da gennaio 2021, rendendolo uno degli studi più recenti e post inizio pandemia. Il risultato principale è che, in media, un impiegato in una Piccola o Media Impresa (PMI), che per lo scopo dello studio definisce un’azienda con meno di 100 lavoratori, è il 350% più suscettibile di essere vittima di attacchi di social engineering rispetto ad un impiegato in un’azienda più grande.


>> FlashStart protegge la tua azienda da una vasta gamma di costose minacce → Inizia ora la tua prova gratuita 


1.1 Attacchi di social engineering

Nel reame della sicurezza informatica il social engineering si riferisce allo studio del comportamento degli utenti di Internet al fine di promuovere azioni che li convincano a fornire volontariamente informazioni importanti come il loro username e la password per accedere a specifici siti, app e piattaforme. Abbiamo discusso brevemente il social engineering in questo articolo che tratta nel dettaglio le tecniche di password cracking.

Negli attacchi di social engineering colui che perpetra l’attacco innanzitutto indaga sul modus operandi della vittima al fine di identificarne i punti deboli, che poi sfrutta come punto di ingresso. Dopodiché, l’hacker prova ad ottenere la fiducia della vittima e a convincerla a soprassedere ai protocolli di sicurezza e fornirgli dettagli personali come le credenziali di accesso alla rete aziendale e altri servizi di interesse.

Spesso si avvale di email di phishing ma, da quando è iniziata la pandemia e, di conseguenza, il lavoro da remoto è diventato più la regola che l’eccezione, gli attacchi sono diventati sempre più sofisticati. Questi attacchi comportano costi elevati e possono addirittura risultare mortali per le PMI che hanno meno risorse per affrontarli e ripristinare la situazione pre-attacco.


>> Il filtro web per le piccole aziende di FlashStart ti aiuta ad assicurare la sicurezza e il futuro della tua azienda → Verifica la nostra offerta 


1.2 Perché le piccole aziende sono così di frequente vittime di attacchi informatici?

Mentre il numero di attacchi informatici è aumentato vertiginosamente dall’inizio della pandemia, e quindi essere vittima di un attacco è molto più probabile per tutti di quanto lo fosse una volta, le PMI rimangono un target preferito degli hacker. Perché?

Innanzitutto, le piccole aziende di solito hanno meno risorse da investire in cyber security rispetto alle grandi società che possono mettere in atto misure ad ampio raggio per prevenire gli attacchi e sfruttare le sinergie tra le diverse sedi societarie al fine di diminuire i costi associati alla salvaguardia della rete aziendale e allo sviluppo di conoscenze specifiche.

In secondo luogo, bisogna sempre evidenziare il fatto che, nonostante le risorse siano importanti, la maggior parte degli attacchi sono scatenati dall’errore umano e investire nella formazione delle risorse è un aspetto chiave nella prevenzione degli attacchi informatici. Anche in questo caso, le piccole aziende hanno meno risorse da investire nella suddetta formazione.

Inoltre, le piccole aziende spesso investono meno anche in tecnologia e negli aggiornamenti, fornendo un’opportunità agli hacker di sfruttare punti deboli e vulnerabilità dovute a software non più aggiornati.

Infine, le piccole aziende sono più vulnerabili agli attacchi ransom in quanto questi attacchi hanno spesso un impatto maggiore su di esse e rischiano di paralizzare le loro attività poiché tutti i dati si trovano solitamente in un unico luogo. Pertanto, è più probabile che chi possiede una piccola azienda paghi il riscatto richiesto e, in un ciclo vizioso, ciò le rende prede più profittevoli rispetto alle aziende più strutturate.


>> FlashStart è leader nella competitività → Verifica i nostri prezzi e scopri quanto è facile garantire la sicurezza della tua rete.


1.3 I target principali nelle piccole aziende

All’interno delle PMI i principali obiettivi degli hacker sono i profili di alto livello e soprattutto quelli di CEO e CFO. La ricerca citata da Forbes ha trovato che questi individui vengono attaccati in media il doppio delle volte rispetto all’impiegato medio. L’obiettivo, ovviamente, è ottenere accesso a dati e informazioni che sono interdetti agli impiegati di altri livelli all’interno dell’organizzazione.

Inoltre, i segretari personali sembrano essere un target frequente in quanto hanno accesso ai profili e ai calendari degli amministratori e possono inviare mail a loro nome a tutta l’organizzazione, convincendo più facilmente gli impiegati a fornire informazioni riservate.

2. FlashStart: il filtro web ideale per le piccole aziende

FlashStart fornisce la soluzione di sicurezza informatica ideale per le piccole aziende. Il prodotto che offre è un filtro web facile da installare, gestire e personalizzare. Inoltre, il filtro web di FlashStart è stato inizialmente pensato proprio per le piccole aziende e le scuole, e offre ancora pacchetti competitivi che soddisfano i bisogni non solo delle PMI ma anche delle micro imprese con pochi profili da salvaguardare.


>> Il filtro web per le piccole aziende di FlashStart blocca ogni giorno l’accesso a oltre 80 milioni di siti pericolosi o indesiderati → Inizia ora la tua prova gratuita 


2.1 Come funzionano i filtri web

Dunque, che cosa fa un filtro web? I filtri web funzionano come checkpoint tra la rete aziendale e il mondo del web. Agiscono a livello di DNS: quando un utente digita il nome del sito che vuole raggiungere nella barra di ricerca, il sistema DNS fornisce l’indirizzo IP per quel sito, che è composto solamente di numeri. A quel punto, il filtro web controlla la sequenza dei numeri dell’indirizzo IP per verificare se il sito sia sicuro oppure no.

Come lo fa? Controlla l’indirizzo IP in base a una serie di liste negate, chiamate anche blacklist, che includono tutti gli IP considerati malevoli, indesiderati o inadatti. Poi, a seconda di quanto profonda è la protezione, permette o blocca l’accesso al sito, mostrando, nel secondo caso, un messaggio di warning all’utente.


>> FlashStart è completamente basato sul cloud ed è facile da attivare → Dai un’occhiata ai nostri prezzi e rendi sicura la tua rete aziendale.


3. FlashStart: ideale per le piccole aziende

Quindi, cosa rende FlashStart la soluzione ideale per le piccole aziende?

3.1 FlashStart: piani aziendali a partire da solo 5 licenze

Innanzitutto, FlashStart è la soluzione ideale per le PMI e anche per le micro imprese perché l’offerta dedicata alle aziende parte da una soluzione iniziale di solo 5 licenze. Nonostante il numero basso, FlashStart si concentra molto sulla sicurezza delle piccole aziende e quindi i prezzi che offre sono competitivi e accessibili.


>> Contattaci ora e scopri l’offerta dedicata alle piccole aziende.


Dalle cinque licenze iniziali, i piani aziendali disponibili aumentano per andare a coprire tutti i dispositivi dell’ambiente aziendale e assicurare sia quelli di proprietà dell’azienda che quelli di collaboratori esterni che necessitano di collegarsi alla rete interna.

3.2 FlashStart: rivenditori e partner lo hanno già vagliato per te!

Uno dei problemi citati sopra è che le piccole aziende solitamente non hanno abbastanza risorse da spendere in sicurezza informatica. Ma, oltre a questo, potrebbero anche non avere abbastanza tempo libero da dedicare all’analisi e scelta di un’offerta online di filtro web per le piccole aziende. FlashStart ti aiuta a risparmiare tempo in quanto vende solo attraverso rivenditori e partner certificati.

Ciò significa che il filtro web per le piccole aziende di FlashStart è già stato vagliato e scelto da una terza parte, qualcuno di oggettivo che ha bisogno di vendere un buon prodotto ai propri clienti per garantirsi una continuità. Essere scelto da una terza parte garantisce alle piccole aziende che le loro risorse, guadagnate con tanti sforzi, siano ben spese.

3.3 FlashStart: naviga in modo sicuro in pochi click

FlashStart è facile da installare. Non serve scaricare alcun software o acquistare ulteriori hardware. La procedura per attivarlo è semplice e richiede pochi step che sono spiegati in dettaglio nella guida online

Non serve alcuna expertise tecnica! Segui le istruzioni e, in caso di dubbi o problemi, potrai contattare l’assistenza clienti: è attiva 24/7 e risponde in inglese, italiano e spagnolo.

3.4 FlashStart: goditi una protezione completa, sempre e ovunque

FlashStart è totalmente basato sul cloud e sfrutta l’Intelligenza Artificiale per scannerizzare continuamente l’Internet in modo da identificare nuove minacce. Quando una minaccia viene identificata, FlashStart ne aggiunge l’indirizzo IP al cloud e, in questo modo, i clienti possono godere direttamente della protezione aggiornata, senza bisogno di procedere a lunghi riavvii di sistema.

Inoltre, puoi attivare FlashStart sia a livello di router, quindi assicurando la protezione di tutti i dispositivi connessi alla rete, che attivando ClientShield, l’app a livello di end-point che rende sicuri tutti i tuoi dispositivi mobili coprendo anche i lavoratori da remoto.


>> FlashStart è già stato scelto da oltre 600 rivenditori e partner → Attivalo ora, è gratis per 15 giorni.


Su qualunque Router e Firewall puoi attivare la protezione FlashStart® Cloud per mettere in sicurezza i device desktop e mobile e i dispositivi IoT sulle reti locali.

Articoli correlati