I Windows web filtering software in un’epoca di rischi crescenti per la sicurezza informatica

I Windows web filtering software e le crescenti minacce IT

Lo scoppio del conflitto tra la Russia e l’Ucraina è stato accompagnato da un aumento dell’allerta per la sicurezza informatica da parte dei governi e delle aziende e organizzazioni che si occupano di cyber security. In questo articolo mostriamo come avere un Windows web filtering software sia diventato strategico per garantire la sicurezza della navigazione Internet.

1. La diffusione degli attacchi informatici connessi alla situazione Russia-Ucraina

Alla fine di febbraio, Forbes ha pubblicato un articolo sulle implicazioni del conflitto tra Russia e Ucraina per la cyber security. Oltre a riflettere sulle difficoltà connesse all’essere un’azienda che ha impiegati e terzisti sia in Ucraina che in Russia, come molte altre al mondo, Forbes si è concentrata sui crescenti rischi per la sicurezza informatica legati allo scoppio e alla diffusione del conflitto.

Infatti, in un mondo sempre più interconnesso, l’ostilità e la guerra informatica sono diventate parte strategica dei conflitti odierni e l’articolo afferma che essaè uno degli strumenti principali dei moderni eserciti nel mondo d’oggi”.

La guerra informatica può essere fatta sia da gruppi di hacker privati che da quelli sponsorizzati dallo stato. In questa situazione di tensioni crescenti abbiamo potuto vedere gli effetti di entrambi i tipi di gruppi.

1.1 Gruppi privati di hacker

Il gruppo privato di hacker più attivo e interessato a questo conflitto è stato Anonymous, il cui nome è legato al conflitto fin dall’inizio. Il 26 febbraio il gruppo ha reso inaccessibile il sito del Cremlino e ha fatto sì che l’emittente televisiva russa RT mostrasse immagini reali di ciò che stava accadendo in Ucraina. Abbiamo discusso di ciò più in dettaglio nel nostro articolo dedicato al conflitto tra Russia e Ucraina.

1.2 Gruppi hacker sponsorizzati dallo Stato

Ormai da decenni esistono gruppi di hacker che, in modo diretto o indiretto, sono sponsorizzati dai governi. In realtà, i primi grandi attacchi passati alla storia e ben conosciuti si possono far risalire all’attività governativa. Abbiamo discusso l’attacco Stuxnet del 2010 che ha avuto luogo in Iran ed ha ritardato di alcuni anni il programma nucleare iraniano in questo articolo.

Come spiegato dall’articolo di Forbes citato sopra, quando le tensioni geopolitiche aumentano è storicamente dimostrato che anche le “efferate attività informatiche sponsorizzate dai governi” si intensificano. Nei giorni che hanno portato alla situazione attuale varie testate giornalistiche nel mondo hanno riportato che a metà gennaio i siti Internet del governo ucraino sono andati temporaneamente fuori uso a causa di un attacco che si può far risalire a gruppi di hacker associati ai servizi segreti russi.

Per sapere di più riguardo il ruolo e la natura dei gruppi di hacker connessi ai governi e agli Stati puoi leggere la sezione dedicata di questo articolo che abbiamo pubblicato recentemente.


>> FlashStart ti protegge da una vasta gamma di minacce e previene l’accesso a siti malevoli → Inizia ora la tua prova gratuita


1.3 Le minacce attuali

I ministeri della difesa e le agenzie per la sicurezza informatica in tutto il mondo hanno emesso degli stati di allerta specificando che, a causa della situazione corrente, i governi devono aspettarsi degli attacchi ransomware che potrebbero anche risultare nella distruzione dei dati e quindi devono essere preparati a rispondere velocemente a tali attacchi.

Oltre agli attacchi generali ai siti governativi, specifiche istituzioni e uffici della pubblica amministrazione potrebbero essere presi di mira. Ad esempio, in Italia l’agenzia nazionale di stampa ANSA il 7 marzo ha emesso un’allerta per attacchi informatici in cui specifica che gli aiuti umanitari potrebbero essere oggetto di attacchi e che le aziende sanitarie sono invitate ad “alzare al massimo i livelli di sicurezza” e anche a porre “massima attenzione alla posta elettronica, all’antivirus, ai siti esposti verso l’esterno”.


>> FlashStart è la soluzione ideale sia per le aziende private che per le pubbliche amministrazioni → Richiedi un’offerta e garantisci alla tua organizzazione la protezione dalle minacce informatiche esterne.


2 Windows web filtering software

In questo panorama, proteggere la propria rete è diventato essenziale, sia che si tratti di una rete aziendale, domestica, scolastica o della pubblica amministrazione. L’industria della sicurezza informatica si è evoluta rapidamente negli ultimi anni e con una ricerca online oggi troviamo una vasta gamma di soluzioni tra cui scegliere.

I web filtering software sono diventati una delle soluzioni più utilizzate per intercettare e fermare la navigazione verso i siti malevoli ma anche per evitare che gli utenti accedano a contenuti specifici che l’amministratore di rete preferisce non vengano visualizzati.

Per coloro che utilizzano Microsoft, trovare un Windows web filtering software compatibile con il sistema usato è importante, così da poter garantire una navigazione sicura senza interrompere le tue abitudini e attività. Abbiamo discusso in dettaglio i vari prodotti disponibili in questo articolo e abbiamo notato che la maggior parte dei prodotti funziona bene come Windows web filtering software.


>> FlashStart è il Windows web filtering software che blocca l’accesso ai siti malevoli e riduce le possibilità che tu sia la prossima vittima di un attacco cyber → Inizia ora la tua prova gratuita


2.1 Windows Defender

Microsoft propone la sua versione di filtering software chiamata Defender. Ulteriori informazioni riguardo Microsoft Defender si possono trovare cliccando qui. In particolare, il Windows web filtering software di Microsoft si applica a:

» Microsoft Defender for Endpoint piani 1 e 2
» Microsoft 365 Defender.

Tutte queste opzioni sono disponibili per i dispositivi che utilizzano una versione Windows dalla 10 in poi.

Microsoft è stata molto attiva nell’analizzare il ruolo giocato dagli attacchi informatici sia effettivi che potenziali durante il conflitto che contrappone la Russia all’Ucraina. Come afferma nel proprio blog, è stata attiva specialmente nel rilevare e proteggere dalle campagne di disinformazione sponsorizzate dallo stato.

Gli utenti, tuttavia, potrebbero preferire assegnare la loro protezione Internet alle aziende specializzate nel settore dei servizi di cyber security e di Windows web filtering software.


>> FlashStart è specializzata in soluzioni di sicurezza informatica. Il suo Windows web filtering software controlla tutto il traffico Internet in entrata e in uscita e protegge i tuoi dispositivi → Inizia ora la tua prova gratuita o richiedi un’offerta 


3. FlashStart: la soluzione ideale per garantire la tua sicurezza Internet

FlashStart è il Windows web filtering software che stai cercando!
Il prodotto offerto da FlashStart è una soluzione completa e anche molto flessibile.

3.1 FlashStart: la soluzione di Windows web filtering software completa

FlashStart è una soluzione completa perché il suo software di filtraggio web protegge da una vasta gamma di contenuti organizzati in categorie e liste che includono:

» Siti malevoli: siti che potrebbero far partire un attacco cyber. Gli utenti possono raggiungerli in modo totalmente inconsapevole, per esempio cliccando su un tentativo di phishing ben strutturato. Talvolta i tentativi di phishing sono progettati per obiettivi specifici che vengono studiati appositamente per raggiungere un determinato target.

» Ma gli attacchi phishing sono solo una delle opzioni a disposizione degli hacker. Inoltre, spesso servono come fase iniziale di attacchi cyber più ampi, che potrebbero includere l’iniezione di un virus o il furto di dati e informazioni riservati e strategici. In quest’ultimo caso l’obiettivo solitamente è di chiedere un riscatto in modo da rendere l’attacco una fonte di introiti minacciando la vittima di vendere i dati e le informazioni sul deep web nel caso in cui essa decida di non pagare.

» Contenuti indesiderati: gli amministratori di rete potrebbero voler evitare che gli utenti accedano a certi tipi di contenuti. Di solito si tratta di contenuti per adulti, come pornografia e gioco d’azzardo, ma anche i contenuti violenti e quelli meno pericolosi ma che comunque causano distrazione connessi a social network, piattaforme video e shopping online.


>> FlashStart blocca gli utenti dal navigare verso siti malevoli o che ospitano contenuti inadatti o che distraggono→ Richiedi un’offerta 


3.2 FlashStart: il Windows web filtering software flessibile

FlashStart è flessibile perché puoi adattarlo per soddisfare tutti i tuoi bisogni.

3.2.1 Contenuti bloccati

» Mentre le categorie di contenuti più pericolose descritte sopra vengono bloccate automaticamente dal filtro web di FlashStart, il filtro ti permette di decidere come procedere con le categorie di contenuti inadatti e che causano distrazione.

» Inoltre, puoi creare le tue categorie e liste di contenuti inaccessibili. Questo è particolarmente utile per le aziende in cui, per esempio, la direzione desidera bloccare l’accesso ai siti per la ricerca del lavoro o ai siti della concorrenza.

» Infine, FlashStart ti permette di bloccare i siti localizzati in Paesi specifici attraverso l’opzione del Geoblocking, una caratteristica esclusive che è diventata molto utile di questi tempi per prevenire l’accesso a siti aventi sede in Paesi che notoriamente sono fonte di attacchi informatici.

3.2.2 Scheduling: la programmazione dei blocchi

FlashStart ti permette di schedulare e quindi programmare i blocchi. Ciò significa che, a seconda dell’ambiente in cui lo stai usando, potresti voler bloccare l’accesso a contenuti specifici in certi orari e permetterlo in altri. Per esempio, la direzione aziendale potrebbe decidere di bloccare l’accesso ai social network durante l’orario di lavoro per aumentare l’efficienza e invece permetterlo durante le pause.

3.2.3 Profilazione degli utenti

Infine, con FlashStart puoi bloccare o permettere a utenti specifici o gruppi di utenti di accedere ad alcuni contenuti. Anche questa opzione risulta molto utile per le aziende dove, ad esempio, al dipartimento risorse umane si vuole permettere l’accesso a siti per la ricerca del lavoro mentre agli altri impiegati probabilmente lo si vuole bloccare.

L’opzione della profilazione può anche risultare un buono strumento per le scuole dove la presenza di Internet è ormai diventata normale. La direzione scolastica potrebbe preferire assegnare profili di accesso diversi agli studenti e agli insegnanti per evitare, ad esempio, che gli studenti abbiano accesso a contenuti violenti o legati alla guerra che si considerano inadatti da vedere senza la supervisione di un insegnante.


>> Puoi attivare la protezione FlashStart® Cloud su tutti i Router e Firewall per garantire la sicurezza informatica sia dei tuoi dispositivi desktop che di quelli mobili → Inizia ora la tua prova gratuita


Su qualunque Router e Firewall puoi attivare la protezione FlashStart® Cloud per mettere in sicurezza i device desktop e mobile e i dispositivi IoT sulle reti locali.

Articoli correlati