Url filtering: in profondità nella personalizzazione

1. FlashStart: un productivity website blocker per molteplici esigenze

I prodotti di url filtering sono essenziali per aiutare i lavoratori, gli studenti e i proprietari di casa a fare un uso efficiente di internet. Questo post spiega come opera la funzionalità di website filtering di FlashStart, il modo in cui può essere impostata per soddisfare i bisogni degli utenti e come ti permetterà di aumentare la tua produttività.

2. FlashStart site protection: quando la disciplina personale non basta

Dati e informazioni sono oggi un fattore chiave e internet ne ha in abbondanza. La possibilità di accedervi velocemente e quasi a costo zero ne aumenta l’utilità sia nella vita privata che in quella lavorativa. Allo stesso tempo, però, gestire quest’enorme quantità di fatti, dati e informazioni disponibili su internet e in costante aumento può risultare difficile. 

Cedere alle distrazioni è molto facile specialmente se il progetto su cui stiamo lavorando ci richiede di cercare informazioni online, e anche se non fosse così quando una notifica appare in cima allo schermo siamo tentati di dare un’occhiata e rischiamo di perdere più tempo del previsto.  

La funzionalità dell’internet content blocker di FlashStart permette ad utenti e fornitori di rete di proteggersi da questi comportamenti. Si tratta di un’applicazione cloud per bloccare siti web generalmente considerati distraenti, come i social network, siti che distribuiscono contenuti audio e video, e le relative app. Inoltre, grazie al web url filtering, il blocco può essere personalizzato per bloccare l’accesso a specifici siti a seconda delle caratteristiche degli utenti. 

Il content blocker permette anche di programmare i blocchi per specifici intervalli di tempo, lasciando la possibilità di visitare alcune categorie di siti ad esempio dopo il normale orario lavorativo.

Contattaci per scoprire di più riguardo i servizi offerti: il nostro staff è disponibile 24/7 e risponderà alle tue domande in italiano, inglese e spagnolo.

3. Il sistema di domain filter di FlashStart

Il filtraggio siti di FlashStart suggerisce il blocco di un’ampia gamma di siti con contenuti distraenti tramite tre blacklist pre-impostate:

» Annunci, Pubblicità e Webstat, che include siti pubblicitari, noti domini di spam e reti di tracciamento web
»
Social Network, che elenca tutti i principali social network e i domini usati da Whatsapp per chiamate e messaggi
» Tempo Libero, che permette di filtrare una vasta gamma di siti che si prefiggono di influenzare e organizzare il tempo libero degli utenti. Spesso le aziende e gli amministratori di reti scolastiche vogliono bloccare questi siti per ridurre potenziali sprechi di tempo sul luogo di lavoro/studio.

Grazie a questo strumento gli amministratori di rete possono installare il website blocker di cui hanno bisogno per bloccare del tutto i siti elencati sopra, migliorando il livello di concentrazione degli utenti. E se la lista non fosse abbastanza ampia o se, al contrario, fosse percepita come troppo restrittiva, lo strumento può essere personalizzato a seconda dei bisogni e desideri specifici degli amministratori

Inizia ora prova gratuita e imposta l’internet content blocker che incrementerà la tua efficienza.

4. Liste personalizzate: la chiave del web url filtering

A volte l’internet provider, sia esso un datore di lavoro, istituto scolastico o proprietario di casa, vuole estendere o affinare le categorie base dei web content filter per bloccare l’accesso a specifici contenuti online a seconda dei propri bisogni. Altre volte, al contrario, desidera permettere l’accesso a domini particolari che sono generalmente considerati distraenti. 

Per raggiungere questo obiettivo FlashStart permette agli amministratori di rete di aggiungere domini e sottodomini all’interno degli elenchi di blacklists o whitelists, rispettivamente per limitare o permetterne l’accesso. Tale funzionalità è chiamata “url filtering“.

Blacklists personali

Le blacklists personali aiutano gli amministratori di rete a soddisfare due necessità principali: il bisogno di bloccare contenuti indesiderati e quello di bloccarli solo per utenti specifici.

Blacklists personali generali

Le blacklist che sono preimpostate in FlashStart sono ottime per bloccare l’accesso a contenuti distraenti. Ci potrebbero tuttavia essere ulteriori, specifici siti che l’amministratore desidera limitare per incrementare ancora di più l’efficacia del productivity website blocker. 

Ad esempio, se un amministratore di rete di un’azienda nel settore manifatturiero conoscesse le abitudini dei propri impiegati e volesse evitare distrazione nel team potrebbe:

1. Creare una lista dei siti che ritiene distraenti, ad es. amazon.com, casadelmodellismo.it, etc.
2. Nel tab “Protezione” inserire i domini della lista personale nel campo “Ricerca nelle liste” per controllare se questi domini siano già inclusi nelle liste di FlashStart: nel nostro esempio scoprirebbe che amazon.com fa già parte della categoria “Annunci, pubblicità e webstat”, mentre casadelmodellismo.it non è incluso in alcuna lista.

3. Aprire la sezione “Blacklist Personali” delle impostazioni di protezione dello strumento FlashStart e inserire manualmente il filtro di dominio che si desidera aggiungere.

Quando si aggiunge un dominio che non è ancora stato categorizzato dal sistema l’interfaccia chiede se si vuole indicare di che tipo di dominio si tratta:

Inoltre, il sistema potrebbe trovare dei siti connessi e, attraverso un pop-up, suggerire il blocco anche di quelli per diminuire ulteriormente le possibilità che gli impiegati abbiano accesso a siti collegati a quelli che si desidera bloccare. I feedback degli utenti vengono immediatamente inoltrati al nostro specialista di blacklist che si occupa di controllare il processo di qualità. Ogni contributo fornito da un utente FlashStart è condiviso con la FlashStart Community previo controllo.


→ Inizia orala tua prova gratuita e imposta l’internet content blocker che migliorerà la tua efficienza. 


Blacklist personali per profili specifici

Le reti WiFi sono spesso condivise da più utenti. Pertanto ci possono essere casi in cui l’amministratore di rete desideri restringere l’accesso ad alcuni siti ma solo per specifici gruppi di utenti. Lo strumento di internet content blocker di FlashStart permette ai fornitori della rete di fare esattamente questo. 

Ad esempio, un proprietario di casa può permettere l’accesso ai siti nelle liste menzionate sopra e poi limitarlo su specifici profili, come quelli dei bambini, in pochi e semplici passi: 

1. Aprire la sezione “Blacklist personali
2. Aggiungere il dominio da filtrare in modo manuale digitando l’url del sito che si desidera bloccare
3. Specificare il tipo di profilo utente a cui applicare il blocco.

MSP e amministratori di rete possono facilmente procedere a un inserimento di massa delle whitelist e blacklist su profili multipli.

Scopri di più sulle liste personalizzate qui e configura lo strumento di url filtering su misura per te. 

Whitelist personali

Un’altro caso tipico dell’ambito “url filtering“: l’intelligenza artificiale FlashStart blocca alcuni website perchè considerati distraenti o inappropriati mentre l’amministratore di rete desidera sbloccarli. L’esclusione di tali siti può essere configurata dall’amministratore di rete grazie al panel “whitelist personali”, in modo che il motore di “productivity website blocker” permetta agli utenti di visitare il sito web normalmente.

Ad esempio l’admin potrebbe bloccare l’intera categoria Annunci, Pubblicità e Web stat per incrementare la produttività sul luogo di lavoro. Se tuttavia l’azienda ha un profilo Amazon che utilizza per acquistare prodotti di cui ha bisogno il website blocker può essere impostato in modo da garantire l’accesso a questa specifica piattaforma di e-commerce: 

1. Apri la sezione “Whitelist personali
2. Digita l’url Amazon nel campo del filtraggio
3. Specifica su quale profilo va applicata questa whitelist.

Consulta le istruzioni presenti in questo video tratto dal webinar “Filtraggio contenuti e malware per ISP/WISP” che mostra in modo pratico come personalizzare il prodotto di url filtering di FlashStart.

Gli amministratori di rete che migrano a FlashStart da altre piattaforme di filtraggio (dnsfilter.com, Cisco Umbrella, SafeDNS, Webroot, ecc.), possono facilmente esportare le loro blacklist e whitelist personalizzate in un file di formato TXT e importarle nel dashboard di FlashStart.

Attiva la free trial per provare come aggiungere o rimuovere le blacklist e le whitelist personali dal website blocker.

5. Perché non possiamo permetterci di non implementare la site protection?

Il motivo per cui questi prodotti di url filtering stanno diventando sempre più importanti è collegato all’aumento dell’uso che gli individui di tutte le età e occupazioni fanno di internet e dei dispositivi ivi connessi. 

Secondo il Business Insider, è quattro volte più probabile che gli adolescenti americani accedano a contenuti video online piuttosto che in tv. Pertanto un internet content blocker è uno strumento essenziale per raggiungere diversi scopi: 

» evitare di esporli a contenuti inappropriati o indesiderati
» aiutarli a utilizzare il proprio tempo in modo più efficiente e profittevole
» bloccare contenuti pericolosi. 

Per quanto riguarda quest’ultimo punto, si noti che con l’aumento dell’uso di internet a seguito della pandemia Covid sono aumentate in modo esponenziale anche le frodi online e i pericoli su internet, al punto che oggi possono disturbare e creare interruzioni di servizio alla didattica a distanza ed al lavoro da remoto. Questo è il motivo per cui ogni organizzazione dovrebbe ripensare la protezione dei suoi utenti considerando quelli da remoto come parte della propria rete. Grazie alla gestione unificata della protezione di FlashStart, MSP e amministratori di rete possono facilmente sincronizzare il dispiegamento delle politiche di protezione sia sui dispositivi in rete che su quelli da remoto. 

Con la versione FlashStart Pro Plus gli amministratori d’impresa possono anche trarre beneficio dall’integrazione della MS Active Directory e implementare un filtraggio granulare basato su utenti e gruppi AD. In questo scenario la protezione del sito garantirà un livello eccezionale di personalizzazione per diversi tipi di utenti seguendo la loro autenticazione attraverso l’Active Directory. Inoltre FlashStart Pro Plus aggiunge un cache DNS locale per garantire risposte con zero latency alle richieste. 

Il web url filtering è un’applicazione cloud per bloccare siti web e rappresenta uno strumento utile e aggiornato per implementare la site protection e assicurare che impiegati, studenti e proprietari di casa navighino in modo sicuro e non siano distratti da contenuti inappropriati. Inizia ora la tua  prova gratuita e naviga senza paura verso il futuro!

 


> Per maggiori informazioni clicca qui

> Per una prova gratuita clicca qui

> Per richiedere i prezzi clicca qui