Sempre più smartphone (e pericoli) fra i giovani

adminIn evidenza, Scuole

È datato 8 giugno 2016 il nono rapporto di monitoraggio del Crc, il gruppo di lavoro composto da aziende del terzo settore e coordinato da Save the Children per la verifica dell’attuazione della Convenzione Onu su Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza in Italia.

Nel rapporto (link originale), oltre a dati e statistiche sulla dispersione scolastica così come l’uso di droghe tra i giovanissimi, si evince che il 90% dei 2 milioni di ragazzi presenti in Italia non abbandona quasi mai il telefonino.

banner_scuole_dem

La sempre più costante presenza dei ragazzi in Internet apre il dibattito anche sui possibili rischi che ne derivano, e su cui bisogna sensibilizzare.
Nel rapporto viene citata un’indagine Istat del 2014 secondo cui il 6% degli intervistati sia stato vittima di bullismo per via telematica, ovvero tramite sms, chat o social network nei 12 mesi precedenti la rilevazione. Due ragazzi su tre, inoltre, affermano che il cyberbullismo sia in crescita e il 40% lo definisce come il primo dei pericoli.

Prende strada anche il fenomeno del “sexting”, in cui due o più minorenni si scambiano foto o video a contenuto sessuale. Il rapporto denuncia che tali comportamenti possono essere correlati a reati come la pedopornografia. Fonte: l’Espresso

FlashStart, da oltre 15 anni, protegge Scuole, Imprese, PA e HotSpot Wifi. Attiva oggi stesso una demo gratuita per la tua rete.